S.C. Pronto Soccorso Accettazione


Storia del Policlinico San Matteo
Mission e obiettivi del Pronto Soccorso
Struttura
Personale
Servizi per gli utenti
Università
Triage
Istruzioni per l'uso
Ricovero in Pronto Soccorso
Richiesta della documentazione clinica

CLICCA E LEGGI LA BROCHURE DI PRESENTAZIONE

Struttura Complessa Pronto Soccorso Accettazione
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo PAVIA
Tel. 0382.502.408
Fax 0382.502.400



Direttore:
Dr.ssa Maria Antonietta Bressan


Modello strutturale e organizzativo della Struttura Complessa Pronto Soccorso Accettazione:


Nel nuovo DEA il PSA è strutturato per aree di intensità di cura:
  • AREA A BASSA INTENSITA' di cura, in cui sono presenti Ambulatori per l’attività internistica e ortotraumatologica, per pazienti con non necessitano di prestazioni intensive (codici bianco e verde).
  • AREA A MEDIA-ALTA INTENSITA' di cura, in cui sono gestiti i pazienti con condizioni cliniche che necessitano o possono necessitare di monitoraggio intensivo, terapie o manovre invasive (codici giallo e rosso)
  • OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA (OBI) - Il Pronto Soccorso del San Matteo si avvale della attività di OBI, che limita i ricoveri inappropriati e permette le dimissioni dopo la terapia del caso.
    La permanenza in OBI è di 24-36 ore. Il 70% dei pazienti trattenuti in OBI deve essere dimesso secondo lo standard stabilito dalle Società Scientifiche.
    L’OBI del Pronto Soccorso del San Matteo prevede la gestione dei pazienti che ne abbiano i criteri e spesso per oltre 24 ore, anche in considerazione della mancanza di posti letto liberi all’interno dell’ospedale (fenomeno dell’access block).
    Di fatto si devono trattare per molte ore in OBI dei pazienti già ricoverati, ma che stazionano in Pronto Soccorso per la indisponibilità dei letti (fenomeno del “boarding”).
    Tali pazienti spesso rimangono in questa holding area anche per 36-48 ore.
    La figura del medico di urgenza adibito all’OBI è indispensabile almeno per le ore diurne.

LAYOUT DEL PRONTO SOCCORSO

La struttura è costituita da:
  • 1 camera calda per l’ accesso diretto degli utenti in ambulanza, con i mezzi propri e per i pazienti deambulanti;
  • box triage;
  • accesso pazienti deambulanti;
  • accesso pazienti barellati;
  • zona attesa dei parenti;
  • area attesa utenti pediatrici con traumatismi minori.
Zona dedicata al flusso dei pazienti con codici non prioritari
  • locali visita per codici non prioritari (ad esempio codici verdi e bianchi e codici minori);
  • due locali visita organizzati come ambulatorio con accesso diretto dalla sala d’attesa per pazienti psichiatrici, infettivologici, carcerati ( senza transito attraverso il Pronto Soccorso);
  • sala gessi;
  • sala sutura.
Zona dedicata al flusso dei pazienti con codici prioritari in stato di urgenza-emergenza:
  • 3 postazioni per pazienti critici, ad alta intensità di cure (ad esempio codici rossi), dei quali una postazione dedicata al paziente da isolare;
  • 5 postazioni dedicate a pazienti a media intensità di cure, ad esempio codici gialli.
Area dedicata alla Osservazione Breve Intensiva (OBI)
  • locale open space per osservazione breve intensiva;
  • relativi servizi igienici per i pazienti deambulanti e autonomi della OBI Letti di OBI.
Nell’ambito del Pronto Soccorso Accettazione sono attivi anche quattro postazioni per la gestione piu’ prolungata di pazienti a bassa media- intesità di cure in regime di ricovero.

Logistica:
La struttura è adiacente al servizio radiologico e alla piastra tecnologica operatoria, al fine di assicurare l’organizzazione assistenziale per intensità di cure il più possibile personalizzata all’utente.
S.C. PRONTO SOCCORSO ACCETTAZIONE Pavia - P.le C. Golgi 19, Pavia - Padiglione 43 - DEA, Dipartimento di Emergenza ed Accettazione - Ingresso consigliato da Via Campeggi